5 dicembre 2021

 


La diagnosi è arrivata nel primo pomeriggio di ieri e pesa come un macigno: “La risonanza e la valutazione specialistica a cui è stato sottoposto questa mattina Simon Kjaer hanno confermato la necessità di una artroscopia del ginocchio sinistro per riparare il danno legamentoso. L’intervento verrà effettuato domani”, è la nota medica diramata dal Milan. Un bollettino che non specifica quale sia il legamento interessato, sebbene alcune indiscrezioni indichino il crociato con interessamento del collaterale. Se così fosse sarebbe ovviamente la peggiore delle diagnosi, un infortunio che prevede come tempi di recupero circa sei mesi. Il club fornirà maggiori dettagli sulla parte del ginocchio interessata e sulle tempistiche domani dopo l’operazione. Con le tempistiche immaginabili da un infortunio simile la stagione del giocatore potrebbe essersi conclusa, d'altronde il coefficiente di apprensione era facilmente intuibile dalle parole di Pioli nel dopogara di Marassi: “Sappiamo tutti l’importanza di Kjaer. Mi auguro che non ci voglia troppo tempo”. E’ la nota stonata, stonatissima, che ha guastato la magnifica nottata di Genova dove il Milan ha ritrovato se stesso sotto tutti gli aspetti. Ma, purtroppo, ha confermato anche la cattiva stella di una stagione che non sta risparmiando nulla dal punto di vista degli infortuni. Una media di sei, sette uomini indisponibili a gara, con qualche rara finestra in cui si è scesi sulle due-tre assenze per poi risalire subito.



Fonte Gazzetta