26 giugno 2020








Sette gol in campionato (in 16 presenze), un bottino di tutto rispetto se si considera che la vera stagione di Ante Rebic è cominciata a gennaio. Prima della doppietta all’Udinese, infatti, il croato aveva faticato a imporsi, facendo storcere il naso a tifosi e proprietà. Ma da quel giorno non si è più fermato. E dopo lo scivolone in Coppa Italia contro la Juventus, si è ripreso alla grande sfornando una prestazione super contro il Lecce.

RECORD - Ora Rebic, come sottolinea Tuttosport, punta a eguagliare - e superare - il suo personale record di 10 gol in campionato, realizzato nella stagione 2012-13 con la maglia dell’Hajduk Spalato. Con undici partite davanti, è un traguardo ampiamente alla portata. Il ruolo di prima punta non è quello che preferisce, ma Ante ha fatto vedere di poter essere letale quando gli spazi si aprono. Contro la Roma, vista l’assenza di Ibrahimovic, toccherà ancora a lui guidare l’attacco rossonero.

CONFERMA - Doppia cifra ma non solo, Rebic ha un altro obiettivo: guadagnarsi la conferma. Nei prossimi mesi i dirigenti di via Aldo Rossi parleranno con i colleghi dell’Eintracht per trovare la quadra (anche André Silva vorrebbe restare in Germania). Ante ha voglia di rimanere anche nel nuovo Milan targato Ralf Rangnick, con il manager tedesco vede in lui un calciatore ideale per il suo sistema di gioco.



Fonte. Tuttomilan