28 marzo 2020


Uno degli obiettivi del Centro Sportivo Italiano è quello di ampliare l’offerta dei servizi, promuovendo le politiche attraverso lo sport. Il tutto attraverso lo sviluppo di una rete di progettazione sociale con i territori che non si limiti a diffondere e replicare buone pratiche, ma che inneschi processi di innovazione nel metodo di lavoro.
Lo scorso maggio è stata approvata la prima norma in Italia e in Europa sulla progettazione sociale che definisce i requisiti base di “conoscenza, abilità e competenza” che deve possedere il progettista sociale, figura chiave in ogni realtà non profit, dal welfare al tempo libero, che fino ad allora non era mai stata regolamentata.
La Presidenza nazionale del Centro Sportivo Italiano ha ritenuto utile e necessario avviare una collaborazione con l’Associazione Italiana Progettisti Sociali - APIS, nata con lo scopo di migliorare, innovare e standardizzare l’attuale modo di fare progettazione sociale, puntando ad una progettazione più rigorosa, controllabile e validabile, in grado di contribuire alla riqualificazione degli interventi in ambito sociale, e quindi portare un cambiamento positivo in tutto il settore delle politiche di welfare.
Frutto di tale collaborazione è il primo corso per progettisti sociali attraverso lo sport che CSI E APIS erogheranno, in conformità alla norma tecnica UNI 11746, rilasciando il relativo attestato di partecipazione.
Il corso si svolgerà a Roma, presso l’Hotel “Casa tra Noi”, sito in Via di Monte del Gallo n. 113, e si articolerà in due sessioni: la prima dal 7 al 9 maggio e la seconda dal 21 al 24 maggio prossimi. In allegato troverete il programma del corso e le relative note logistiche e amministrative.

L’iscrizione al corso è obbligatoria, e potrà essere effettuata al seguente link.

Il costo del corso è di 650 € comprensivo di soggiorno, materiali didattici ed iscrizione all’Associazione Italiana Progettisti Sociali. Agli iscritti che avranno partecipato all’intero corso, conseguendo l’attestato previsto, verrà riconosciuto un contributo viaggio a forfait (vedi allegato note logistiche e amministrative).

Il corso ha bisogno di un numero minimo di 10 iscritti per essere attivato e saranno ammessi massimo 20 corsisti. Ogni comitato provinciale potrà segnalare un solo iscritto; potrà richiedere una seconda iscrizione, per la quale, però, dovrà assumere in toto il costo di viaggio.

Per informazioni e/o ulteriori esigenze rivolgersi alla segreteria organizzativa dell’evento ai seguenti contatti:
Alessia Fusillo
Telefono 06.68404560
Mail: promozionesociale@csi-net.it



Fonte CSI