14 maggio 2019


Un solo punto, e poi sarà salvezza. Il Bologna stravince contro il Parma e infila la sesta vittoria consecutiva davanti ai propri tifosi. Tre punti che valgono un clamoroso record (solo il Barcellona ha fatto sei su sei in casa da inizio marzo nei top 5 campionati europei) ma soprattutto il +5 sul terzultimo posto dell'Empoli. Con lo scontro diretto a favore i calcoli sono semplici: la salvezza non è ancora aritmetica, ma vicinissima. Merito della vittoria numero otto di Miha nelle sue quindici panchine in Emilia, dal suo arrivo a inizio febbraio alla 22^ giornata. Al tempo la squadra era diciottesima e a -3 dalla salvezza. Ora è tredicesima pari a Fiorentina e Cagliari, e con tante, tantissime, certezze in più. Quella dei tifosi è invece una sola: vedere ancora l'ex Milan e Toro in panchina: "Sinisa resta con noi" è il coro che si è alzato dal Dall'Ara a metà secondo tempo. Altro indizio piuttosto evidente sul peso del nuovo allenatore sulla squadra.
La partita si chiude dunque con un netto 4-1, complici ben due autoreti in un match comunque senza storia, fin dai primi minuti. Pronti e via (pur senza Dijks, Poli e Sansone) il Bologna domina: nei primi 10' di gara sono tre le paratone di Sepe che negano un meritato vantaggio ai rossoblù, abili a rifarsi nella ripresa senza mai demoralizzarsi. Orsolini apre (su bel triangolo con Pulgar e Dzemaili) e lo stesso Pulgar raddoppia (sull'errore di Sepe che infila la propria porta). Chi chiude la partita è invece Bruno Alves, che si fa espellere all'ora di gioco. A quel punto la sfida diventa ancor più a senso unico. Sepe torna a parare e Dimarco salva a porta vuota su Palacio. Lyanco cala tris e Inglese accorcia, tornando alla rete dopo 661 minuti di astinenza (causa infortuni). Il secondo autogol di giornata, di Sierralta, mette invece il punto al match. Parma inguaiato. Bologna vicino al traguardo.




Fonte: Sky Sport

Corriere dello Sport.it - Calcio

Corriere dello Sport.it - Serie A

Corriere dello Sport.it -