19 aprile 2019


Ci abbiamo provato, ora andiamo avanti”. 

È un Dries Mertens rammaricato quello che ha parlato al termine di Napoli-Arsenal, match di ritorno dei quarti di Europa League che ha condannato gli azzurri all’eliminazione dalla competizione. “Nei primi 10-15 minuti potevamo far gol - ha spiegato l’attaccante belga, entrato in campo solo nel secondo tempo - Sarebbe stato diverso se avessimo segnato. Dopo avere subito la rete abbiamo abbassato la testa, ci abbiamo provato. L'Arsenal non è veramente forte, non molto più di noi. Prendere gol così in area…”. Un Napoli che esce con le ossa rotte dal doppio confronto: “Nel primo tempo non eravamo messi bene in campo. Poi ci abbiamo provato. Loro stasera hanno fatto bene in difesa, era impossibile pensare di recuperare lo svantaggio. Cosa ci manca per vincere? Dobbiamo capire che siamo calciatori normali e stiamo facendo bene, i tifosi non ci devono criticare perché stiamo facendo bene. Siamo usciti dalla Champions League per un gol, mettiamo i piedi a terra e andiamo avanti”, ha concluso Mertens. 






Fonte: Sky Sport