1 agosto 2019


José Mourinho osserverà da spettatore l'inizio della prossima stagione calcistica. Quasi otto mesi senza panchina e una voglia matta di ricominciare. L'ex allenatore del Manchester United ha parlato a Sky Sports UK rivelando i suoi desideri, le sue aspettative per il futuro e i sentimenti che prova in questo momento: "Ho il fuoco dentro e mi manca il mio calcio - ha spiegato - Molti miei amici mi dicono di godermi il tempo libero che non ho mai avuto, ma io non riesco a farlo perché così non sono abbastanza felice per godermelo".

Una sfida all'altezza di ciò che sono

Nostante abbia un grande desiderio in panchina, Mourinho sa che dovrà aspettare l'offerta giusta: "La cosa più difficile per me in questo periodo è stata dire di no alle possibilità che ho avuto. Non è una questione di dire 'devo lavorare, sì vado', ma è il livello di sfida che c'è. Voglio andare e scegliere chi è 'Mourinhista'. Quindi devo avere la pazienza di aspettare, di aspettare un'occasione che sia al livello del manager che sono".

Per ora niente nazionali

Sulla possibilità di allenare una Nazionale, Mourinho non la esclude ma rivela che è ancora troppo presto: "Sì un giorno mi piacerebbe, ma non adesso, troppo lavoro d'ufficio e poco di campo. Bisogna aspettare due anni per un campionato europeo, altri due per un Mondiale, non adesso, ma se un giorno avrò l'opportunità lo farò e se dovesse essere il Portogallo sarei molto orgoglioso".





Fonte: Sky