28 marzo 2020


Toccante intervista di Raul Albiol al Corriere dello Sport-Stadio. L'ex difensore del Napoli, oggi al Villarreal, ha parlato di calcio ma soprattutto di altro, ad esempio di Coronavirus, dell'emergenza che ha colpito anche la sua Spagna: "Quello che sta capitando è incredibile, tante persone sono contagiate e tante sono morte e stanno morendo. Voi siete due settimane avanti, ma ora anche qui le terapie intensive sono in sofferenza e negli ospedali mancano attrezzature, respiratori e mascherine. 
Io ho fatto il tampone, sono negativo. Ma sono chiuso in casa, spero al sicuro. Bisogna restare uniti e in casa aspettando che finisca questa specie di guerra biologica. Piango ascoltando le esperienze della gente e guardando le immagini trasmesse. In tutto il mondo è una sofferenza. 
Calcio fermo? Non so cosa accadrà, è ovvio che coi club che perderanno soldi e noi fermo, credo sia la soluzione migliore il taglio degli ingaggi ai calciatori".  






Fonte: tuttonapoli