1 luglio 2019


Gli accreditati alla 30^ Summer Universiade Napoli 2019 potranno contare su un piano di assistenza medica, capillare e gratuito, sia sui campi di gare e di allenamento, sia nei Villaggi Atleti. “Nel Villaggio Atleti della Stazione Marittima di Napoli – spiega il Capo dei servizi medici di Napoli 2019, Bianca Liccardo - è stato allestito un vero e proprio policlinico con un punto di primo intervento per le emergenze, più una serie di ambulatori specialistici. In caso di necessità, grazie alla collaborazione con il 118 territoriale, sarà predisposto il trasferimento del paziente presso le strutture ospedaliere di competenza. Lo stesso avviene per gli altri Villaggi: a Caserta, per le visite specialistiche c’è una convenzione con gli ospedali di Sant’Anna e San Sebastiano. A Salerno, con l’ospedale Ruggi d’Aragona. Nei siti di allenamento è prevista sempre la presenza di un’ambulanza, come nei siti di gara, dove però l’assistenza è rafforzata in considerazione della presenza anche del pubblico”.
Il piano sanitario è stato predisposto dal professor Amato de Paulis, Coordinatore generale dell’area medica Napoli 2019, e condiviso dai direttori generali delle Aziende sanitarie ed ospedaliere territoriali, tra cui Antonio Postiglione direttore generale della sanità campana. Il Rettore dell’Università Federico II, Gaetano Manfredi, insieme agli altri Rettori delle Università partenopee, hanno inoltre fortemente voluto, in sinergia con la Regione Campania, che il piano fosse il più capillare possibile e rispondesse alle esigenze che un evento come l’Universiade richiedono. “Un attore importante di questo piano – dice de Paulis - è la Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia che affianca la struttura commissariale nel fornire le risorse dei servizi sanitari. Sui campi di allenamento già sono attive più di 50 ambulanze, 70 medici sono dislocati alla Stazione Marittima di Napoli e nei Villaggi Atleti di Caserta e Salerno. Il personale specialistico che opera nel Villaggio di Napoli è coordinato dal direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria dell’Università Federico II, Vincenzo Viggiani, che ha permesso di usufruire della farmacia del Policlinico, con la distribuzione capillare di farmaci in tutti i Villaggi, del servizio di esecuzione analisi di laboratori, della radiologia e dei servizi specialistici. Con l’inizio delle competizioni – aggiunge – saranno messe in campo risorse umane aggiuntive”.
Il piano sanitario elaborato riguarda anche la sicurezza alimentare. “La Regione Campania – dice Vincenzo Caputo, coordinatore dell’area medica della manifestazione - ha curato moltissimo anche gli aspetti dell’ambiente di vita e di sicurezza alimentare dei partecipanti, predisponendo attraverso un centro regionale sulla ristorazione collettiva una serie di controlli preventivi sugli alimenti, prima e dopo la manifestazione, per garantire il massimo della sicurezza”.