9 aprile 2019



La mente è ormai tutta proiettata alla gara di Amsterdam dove la Juventus (mercoledì) si giocherà l'andata dei quarti di finale di Champions League contro l'Ajax. La notte dello Stadium contro l'Atletico Madrid e la strepitosa rimonta dei bianconeri sono ancora negli occhi. Un ricordo, vivo, che permette di avere stimoli supplementari in vista della trasferta olandese. Lo sa bene Federico Bernardeschi, che del 3-0 all'Atletico, è stato uno dei protagonisti assoluti. Il fantasista della Juventus non pone limiti e racconta il clima che si respira all'interno della squadra: "Ogni giorno, prima di quella partita, abbiamo alzato l'asticella e il grado di consapevolezza - spiega - Ci siamo guardati negli occhi ed eravamo consapevoli di poter rimontare quel risultato e credo che tutto quello che abbiamo dato si è visto in campo".

Parole di grande elogio per Massimiliano Allegri: "Ci ha caricati, come fa sempre, però era anche molto sereno e tranquillo e concetrato - ha detto ancora Bernardeschi - Credo che in quella settimana il mister abbia davvero fatto la differenza". Una serata perfetta, da Champions: "E' stata una gara perfetta ma sappiamo che è ripetibile, quindi dobbiamo farlo per noi stessi, per i nostri tifosi e per la società, perché sono queste serate che ti danno la consapevolezza di fare qualcosa di improtante e sono felice di aver potuto scrivere un pezzetto di storia della Juve".

Di fronte nei quarti, ci sarà l'Ajax tornata sulla ribalta di prepotenza dopo aver eliminato il Real Madrid: "E' una bella sfida e ci sarà un'altra impresa da compiere, perché è una bella squadra fatta da tanti giovani che sanno giocare a calcio. Sono forti, stanno bene atleticamente. Ha sorpreso quello che sono riusciti a fare, ma questa è la Champions, una competizione dove ogni squadra può battere l'altra e con l'Ajax sarà una vera battaglia".






Fonte: Sky Sport