7 novembre 2018


Il Napoli, ieri sera contro il Psg, ha passato il suo girone e si è qualificato agli ottavi di Champions!

Si, vi stiamo provocando, ma per noi è già cosi!

Sappiamo che ci saranno ancora 180 minuti di lotta, prima contro la Stella Rossa al San Paolo e poi all'Anfield Road contro il Liverpool, ma questo Napoli per noi è già qualificato.

Voi fatevi tutti gli scongiuri di rito, noi siamo convinti di quello che scriviamo.

Mi piace pensarlo perchè noi di Sportmagazinenews, a fine agosto, quando dall'urna del Napoli sono usciti i nomi del Psg e del Liverpool, non abbiamo abbassato la testa, anzi, abbiamo sorriso, perchè non c'è soddisfazione più grande di battere...le grandi.

Il Napoli dopo 4 giornate nel suo girone, il girone C, è primo in classifica.

Ci avreste mai scommesso ?

E a dirla tutta, il Napoli per la seconda volta è in testa al suo girone, si perchè lo è stato anche dopo la vittoria al San Paolo contro il Liverpool. Ricordate il gol di Insigne a pochi minuti dalla fine ?

Questo Napoli vincente e convincente ha un nome e cognome: Carlo Ancelotti.

Non si è scomposto quando ha firmato per il Napoli, non ha chiesto giocatori di primo livello.  Disse  che con Verdi, Ospina, Karnezis, Meret, Malcuit,  il ritorno di Maksimovic, la non cessione di Ounas e Hamsik, l'acquisto del giovane Fabian Ruiz,  lui ce la poteva fare a cementare questo gruppo. Si, ci è riuscito subito, sin dai primi giorni di Dimaro ed i frutti si vedono e sono frutti buoni e non amari.

Contro il Psg, l'esperienza ed il coraggio di Ancelotti son venuti fuori più delle altre partite viste fino ad oggi.

Era il Psg che doveva fare la partita e così è stato. Non ha chiesto ai suoi di cercare di chiudere il match in maniera veloce (ed onestamente non si sarebbe mai potuto fare n.d.r.).

No! I ragazzi azzurri hanno aspettato l'avversario più forte, hanno avuto pazienza, hanno subito il gol alla fine del primo tempo, ma poi hanno reagito e raccolto il frutto del pareggio. Poi hanno alzato le barricate, perchè anche un pareggio contro Neymar, Mbappè, Cavani, Di Maria, andava di lusso.

E quel lusso si chiama testa della classifica, quel lusso significa essere  primi nel girone C.

Avanti Carlo, facci divertire ancora.

In fondo siamo appena all'inizio...





Massimiliano Alvino


@Riproduzione riservata
Si prega di citare la fonte www.sportmagazinenews.it




Corriere dello Sport.it - Calcio

Corriere dello Sport.it - Serie A

Corriere dello Sport.it -